I fabbisogni emersi dalla ricognizione territoriale e dalle criticità di profilo socio-economico, nonché le esigenze di connotazione di interventi e risultati come "speciali" e con vocazione di "area vasta", conducono all'assunzione di una nuova visione dello sviluppo locale basata sul potenziamento e messa in rete delle opportunità locali e dei servizi di rango urbano nella logica della città-comprensorio, secondo il metodo della concertazione e con la finalità fondamentale di conseguire benefici che dovranno interessare l'intero territorio regionale.

 

Tale visione è perseguita attraverso 4 seguenti linee di intervento o missioni:

 

A) salvaguardia e miglioramento del contesto di vivibilità ambientale, attraverso la salvaguardia degli equilibri ambientali, la tutela dell'architettura paesaggistica e il decoro dei centri urbani;

 

B) potenziamento della dotazione di infrastrutture essenziali;

 

C) miglioramento delle dotazioni di servizio per l'elevazione della qualità della vita;

 

D) aumento delle condizioni e delle occasioni di occupabilità durevole e sostenibile attraverso il sostegno alle attività produttive, finalizzato allo sviluppo di sistemi ed in coerenza con l'avvio del Parco Nazionale della Val d'Agri.

L'attuazione del Programma è accompagnata e supportata da una specifica azione di assistenza tecnica e monitoraggio.

 

Ciascuna linea di intervento è suddivisa in diverse tematiche specifiche

Torna all'inizio del contenuto